Partners 3.0

Semplifichiamo il complesso.

Sede Legale
Via S. Abbondio, 2 – 22100 Como (CO)
Sede Operativa
Via Dottesio, 8 – 22100 Como (CO)
Tel.: +39 031 241373
Sito: www.partners.co.it
Email: info@partners.co.it
Numero R.E.A.: CO – 311903
Capitale sociale: € 20.000,00 i.v.
Registro Imprese: Como-Lecco
C.F. e P. IVA: 03387610136

Seguici

Image Alt

Tutto quello che non sai sulle Smart city e 5G

Le 5 cose che non sai sulle Smart city e 5G

Tutto quello che non sai sulle Smart city e 5G

La Smart City è la città del futuro che mette idealmente al centro la vita del singolo cittadino e le sue esigenze.
Questo approccio “citizen – centric” è di pari passo con i tempi e l’avvento di nuove tecnologie come il 5G e l’intelligenza artificiale basata su algoritimi di machine – learning rendono questo processo sempre più interessante.
In realtà, le Smart City avranno un unico obiettivo: massimizzare l’utilità dei cittadini attraverso la fornitura di molteplici servizi. Sarà un luogo dove i mezzi di trasporto si muoveranno in autonomia e il traffico sarà un oggetto del passato.


La velocità della rete 5g permetterà di raccogliere i dati in maniera costante e gli oggetti (dai semafori ai lampioni) avranno un continuo scambio di informazioni. I dati prodotti dai sensori sparsi per i quartieri (i Big Data) saranno pubblici e disponibili attraverso la creazione di infrastrutture digitali che permettano di vivere la città in tempo reale e in maniera trasparente.

Da qui parte la gestione di una città nuova che sviluppa concetti ed infrastrutture: parcheggi intelligenti posizionati nelle zone esterne della città che fungeranno da veri e propri Hub per la mobilità sostenibile.
Car sharing, bike sharing, guida automatica e gestione intelligente del traffico saranno altri servizi disponibili: l’utilizzo della mobilità elettrica sia a livello pubblico che privato, ridurrà le soglie di inquinamento, il traffico e di conseguenza lo stress degli abitanti.

Una città a misura di cittadino che usa la tecnologia per facilitare la vita dei suoi abitanti nel rispetto dell’ambiente. Come oggi nelle Smart Home, abbiamo in piccolo la raccolta delle abitudini dei singoli cittadini attraverso dispositivi di facilitazione di fruibilità dei servizi (come i personal digital assistant di Amazon – Alexa), domani avremo la raccolta dei dati nelle città con lo stesso obiettivo: rendere a tutti la vita più facile.

E quel domani non è più cosi lontano.


Esempi pratici

Albertslund, in Danimarca, sta testando soluzioni per la gestione dei rifiuti: grazie a dei sensori installati nelle case, nelle industrie e negli uffici si raccolgono dati sulle abitudini dei cittadini al fine di ottimizzare lo smaltimento e di creare un rapporto migliore tra cittadini e operatori del settore.

Barcellona è riuscita a ridurre il traffico ed il relativo inquinamento grazie all’adozione di parcheggi intelligenti, utilizzando sensori e display nelle aree di free parking insieme ad app che consentono la ricezione di informazioni in tempo reale e la gestione dei pagamenti online.


Vienna ha sviluppato, insieme all’Università della Tecnologia di Graz, un sistema di semafori intelligenti che riconosce le azioni dei pedoni e ne prevede le mosse trasmettendole in tempo reale ai guidatori insieme alle informazioni sulla viabilità e sulla velocità da tenere.

In Italia, uno degli esempi più recenti di tecnologia smart per la città è stato applicato a Livorno con il progetto SIPIS: tutto il sistema di illuminazione pubblico è stato sostituito con lampade led a cui sono stati integrati sistemi di telegestione che possono raccogliere dati in maniera capillare, analizzare i flussi del traffico e le emissioni di CO2 e permettere interventi specifici in base alle esigenze nelle varie zone della città.

Post a Comment