Partners 3.0

Semplifichiamo il complesso.

Seguici

Image Alt

Tecniche di persuasione e piano editoriale

Come farsi voler bene dai motori di ricerca.

Tecniche di persuasione e piano editoriale

Il primo principio delle tecniche di persuasione è quello della reciprocità, secondo il quale, le persone sentono il bisogno di ricambiare ciò che ricevono.
Quando si scrive, pertanto, conviene focalizzare l’attenzione su quello che si offre subito e magari gratuitamente. Se sarà soddisfatto del primo periodo gratuito, non esiterà a provare la prima a pagamento.

Il secondo principio è della testimonianza sociale. Questo permette di superare barriere psicologiche perché possiamo visualizzare i risultati di un’azione effettuata da un’altra persona, specialmente se questa persona è vicina come caratteristiche a noi.

Il terzo principio è la scarsità. Il valore dei contenuti aumenta in modo esponenziale quanto più la sua disponibilità risulta ridotta.
La scarsità si può esprimere sia a livello quantitativo che a livello temporale, indicando che un prodotto sarà disponibile per un breve tempo oppure legandolo alla poca concorrenza su quell’argomento.


Tutto questo per dire che qualsiasi contenuto deve essere previsto all’interno di un piano editoriale.

Come si crea un piano editoriale? Prima di tutto bisogna definire gli obiettivi di breve, medio e lungo periodo.
Se l ‘obiettivo è di breve periodo, come la pubblicizzazione di un evento, è bene pubblicare inizialmente i contenuti in maniera cauta e successivamente, a ridosso dell’evento, aumentare la frequenza di pubblicazione; se l’obiettivo è di notorietà del brand nel lungo periodo, bisogna creare una strategia diluita nel tempo con contenuti per diversi mesi.
Prima di passare alla pianificazione dei contenuti, è bene considerare il target di riferimento. In molti casi si creano dei “profili tipo” e si analizza dove poter intercettare questo tipo di target.
Successivamente si passa ai tipi di contenuto e alla pianificazione che generalmente viene spalmata nell’arco di un anno.

Una tecnica è lo schema “1-7-30-4-2-1” secondo il quale:

  • 1- sta per 1 contenuto da pubblicare al giorno
  • 7 – sta per la pubblicazione settimanale che riepiloga la settimana
  • 30 – sta per la pubblicazione con cadenza mensile da parte di un influencer o esperto di settore
  • 4 – indica la pubblicazione da effettuare ogni 3 mesi, magari recensioni di eventi o eventi promozionali legati alle stagioni
  • 2 e 1 – contenuti da pubblicare 2 volte e 1 volta l’anno di report dei risultati ottenuti che richiedono un elevato lavoro di approfondimento

Post a Comment